Verso un nuovo sistema di relazioni industriali? L’impatto del Testo Unico sulla rappresentanza
Lavoro
di Luisa Corazza
24 marzo 2014
nelmerito_50x70.jpgLa rivista www.nelMerito.com e la Fondazione Giacomo Brodolini promuovono una serie di incontri (1, 8, 14 aprile) sull’impatto del Testo unico sulla rappresentanza sindacale, per attivare un dialogo tra studiosi e protagonisti dell’accordo sui cambiamenti in atto nel sistema italiano di relazioni industriali fb

 
Alcune considerazioni sulla garanzia universale
Lavoro
di Francesco Giubileo, Marco Leonardi, Francesco Pastore
24 marzo 2014
659006_20706288_50x70.jpgNella relazione del primo ministro Matteo Renzi sul Jobs Act approvata dal Consiglio dei ministri, si prevede, tra le diverse proposte, la possibilità di introdurre un sistema di garanzia universale per tutti i lavoratori in caso di licenziamento involontario. Al nuovo ammortizzatore sociale si dovrebbe affiancare un sistema di "attivazione" volto al ricollocamento del disoccupato oppure almeno ad un suo reinserimento sociale. fb

 
Le Outright MonetaryTransictions tra Tribunale Costituzionale Federale e Corte di Giustizia dell’UE
Europa
di Andrea De Petris
24 marzo 2014
depretis-omtLo scorso 7 febbraio 2014 il Tribunale Costituzionale Federale tedesco ha reso nota la decisione di ricorrere allo strumento del rinvio pregiudiziale ai sensi degli artt. 19 III b TUE e 267 I TFUE, per richiedere alla Corte di Giustizia dell’Unione Europea una deliberazione su una questione per la quale i giudici tedeschi erano stati chiamati a pronunciarsi in prima istanza. fb

 
Il risparmio delle famiglie non va solo “munto”
Finanza
di Petya Garalova, Carlo Milani
24 marzo 2014
family-84865_1280_50x70.jpgIl piano di rilancio previsto dal neo costituito Governo Renzi è al centro del dibattito economico. Tra gli interventi principali si può citare il taglio dell’Irpef per 10 miliardi di euro e quello dell’Irap per circa 2,5 miliardi. Come forma di copertura per quest’ultimo intervento è previsto l’aumento dell’aliquota fiscale sulle rendite delle attività finanziarie detenute dalle famiglie, diverse dai titoli di Stato, dal 20 al 26 per cento.  fb

 
Recuperare la dimensione assicurativa del Welfare State
Welfare
di Michele Grillo
24 marzo 2014
calculator-50x70.jpg
Al Welfare State sono attribuite due funzioni: una funzione redistributiva, volta a rimuovere le disuguaglianze economiche, e una funzione assicurativa, volta a garantire protezione dai rischi di malattia, di vecchiaia e di disoccupazione. Negli ultimi decenni si è però sempre più identificato il Welfare State nella funzione redistributiva, anche con riferimento a istituti con intrinseche finalità assicurative.
  fb

 
Squilibrati e Squilibranti
Europa
di Emiliano Santoro
24 marzo 2014
tightrope_walking.jpgLa Commissione Europea ha recentemente pubblicato un rapporto sulla prevenzione e correzione degli squilibri macroeconomici in Italia. Non sorprendentemente, da esso emerge che il Bel Paese è interessato da squilibri giudicati eccessivi, e che questi richiedono attività di monitoraggio ed interventi dedicati. fb

 
Il Jobs Act e la “svolta” sul lavoro del governo Renzi
Lavoro
di Luisa Corazza
17 marzo 2014
matteo_renzi_50x70.jpgNel pacchetto di riforme presentate dal governo Renzi le novità in materia di lavoro rispondono a tre obiettivi fondamentali: 1) semplificare l’utilizzo del lavoro, anche flessibile; 2) rimodulare il sistema di ammortizzatori sociali verso la creazione di un welfare universale; 3) razionalizzare i servizi per l’impiego mediante l’istituzione di un’Agenzia nazionale. fb

 
La FIAT e le sorti dell’industria automobilistica nazionale
Economia reale
di Aldo Enrietti
17 marzo 2014
fiat.jpgA inizio anno Fiat ha completato l’acquisizione di Chrysler. I commenti sono stati spesso positivi, mettendo in secondo piano, però, che la nuova strategia di Fiat non necessariamente implica un superamento del declino dell’industria automobilistica nazionale. fb

 
Il PD entra nel Partito socialista europeo: le nuove sfide per un’Europa più solidale e meno austera
Europa
di Daniele Gallo
17 marzo 2014
pesIl 1° marzo 2014, il PD, a seguito del voto favorevole di 121 componenti la Direzione nazionale (a fronte di due astenuti e del voto contrario dell’onorevole Fioroni), è entrato a far parte del Partito socialista europeo (Pse). L’occasione è stata il Congresso del Pse, svoltosi a Roma, che ha lanciato la candidatura di Martin Schulz alla guida della Commissione europea. Proprio in ragione di tale adesione, peraltro, il partito politico europeo, fondato nel 1992, ha cambiato il nome in Pse-Socialists&Democrats(Pse-S&D). fb

 
L’agenda delle politiche di coesione per l’Italia
Mezzogiorno
di Gianfranco Viesti
14 marzo 2014
money_flag_50x70.jpgL’agenda delle politiche di coesione che ha davanti a sé il nuovo Governo è particolarmente ricca ed interessante. È bene ricordare che non si tratta di interventi minori, ma di programmi che possono rappresentare – per il loro profilo quantitativo e qualitativo – un asse portante delle strategie di rilancio economico e sociale del paese; non si tratta quindi di controllare procedimenti burocratici, ma di compiere e attuare scelte politiche di grande momento, volte ad indirizzare verso priorità ben definite e con la massima efficacia le risorse disponibili, attraverso meccanismi che assicurino un sensibile miglioramento dell’azione pubblica. Eppure, l’interesse della politica per questi temi è quasi inesistente, e il dibattito, scientifico e giornalistico, distratto e fuorviante. fb

 
Il rientro dei capitali dall’estero tra voluntary disclosure e voluntary suicide
Fisco
di Giuseppe Marino, Alessandro Santoro
14 marzo 2014
tax-evasion_50x70.jpgIl fenomeno della detenzione irregolare di capitali all'estero ha certamente dimensioni importanti per il nostro paese. Secondo alcune stime della Banca d'Italia, alla fine del 2008 i capitali esteri non dichiarati e riconducibili a soggetti residenti in Italia erano di importo compreso tra 124 e 194 miliardi di euro.  fb

 
Piccolo glossario delle politiche del lavoro
Lavoro
di Luciano Forlani
17 marzo 2014
dictionary_50x70.jpgLa situazione del mercato del lavoro è nota, le criticità e i ridotti margini di manovra anche ma si deve fare il possibile per migliorare l’azione pubblica dando opportunità e alleviando il disagio delle persone, giovani in testa, in difficoltà.   fb

 
<< Inizio < Prec. 11 12 13 14 15 16 17 18 19 Pross. > Fine >>

Risultati 193 - 204 di 222