Home arrow Tutti i Dossier arrow Dossier: Lavoro automomo e Piccola Impresa
Dossier: Lavoro automomo e Piccola Impresa E-mail
Tutti i Dossier


TURSI 11 giugno 2010
TURSI 04 giugno 2010
CORAZZA 28 maggio 2010
D'ANGELO 28 maggio 2010
NERI 28 maggio 2010 
NOGLER 21 maggio 2010
LEONARDI PALLINI 30 aprile 2010
GIUDICI 16 aprpile 2010
BRESCIA MORRA 9 aprile 2010
BOLOGNA 5 marzo 2010
RAZZOLINI 5 marzo 2010
MALATESTA 26 febbraio 2010
BARUCCI CORAZZA 11 febbraio 2010



LAVORO AUTONOMO, PICCOLE IMPRESE E NUOVE FORME DI RAPPRESENTANZA
di Armando Tursi
Lavoro - 04 giugno 2010
In questo intervento, che segue quello pubblicato sul numero precedente di nelmerito.com, si affronta il tema delle nuove forme di rappresentanza collettiva del mondo della piccola impresa e del lavoro autonomo.

LAVORO  AUTONOMO E PICCOLA IMPRESA: IL DIRITTO DEL LAVORO OLTRE LA DIPENDENZA ECONOMICA
di Armando Tursi
Lavoro - 04 giugno 2010
La nuova centralità che sta assumendo, nel dibattito politico-sindacale, l’eterogeneo mondo della piccola impresa e del lavoro autonomo, merita grande attenzione non solo sul piano dei contenuti dell’azione riformatrice, ma prima ancora su quello metodologico: sul piano, cioè, dei metodi e delle tecniche regolative.

LAVORO IRREGOLARE E POLITICHE PER LA RIEMERSIONE
di Luisa Corazza
Lavoro - 28 maggio 2010
La manovra presentata in questi giorni sembra ispirata a due linee di fondo: l’abbattimento del costo del lavoro nel settore pubblico e la necessità di correggere il trend di tolleranza dell’evasione. L’approccio al problema dell’economia sommersa appare però del tutto parziale, in quanto manca ogni riferimento alla riemersione del lavoro nero.

RIFORMA DEL DIRITTO FALLIMENTARE, “NUOVA FINANZA" E PMI
di Francesco D'Angelo
Finanza - 28 maggio 2010
La riforma del diritto fallimentare offre nuove opportunità per il risanamento delle PMI. Permangono molti problemi sia per la spesso tardiva emersione dello stato di crisi, sia per le difficoltà di apportare “nuova finanza” (soprattutto bancaria) alle PMI. Gli strumenti però ci sono e offrono sufficiente stabilità e tutela. La possibilità di risanare l’impresa, anziché liquidarne i beni può dunque trovare un ambito applicativo assai vasto, certamente sconosciuto al precedente sistema.

IL MEDICO DI FAMIGLIA E LE SFIDE DELL'AGGREGAZIONE
di Stefano Neri
Sanità - 28 MAGGIO 2010
Nell’ultimo decennio il ruolo del medico di famiglia, o medico di base, ha subito una serie di lente ma progressive trasformazioni. L’immagine tradizionale del medico che lavora nel suo ambulatorio in modo isolato rispetto ai colleghi sembra destinata a scomparire, per essere sostituita da quella di un professionista che opera a stretto contatto con altri medici (di base o specialisti) e con altre figure professionali (infermieri, fisioterapisti, psicologi, operatori sociali), condividendo con questi conoscenze, pratiche lavorative e, sempre più spesso, anche la sede di lavoro.

RISCRIVERE LO STATUTO DEI LAVORATORI QUARANT'ANNI DOPO
di Luca Nogler
Lavoro - 21 maggio 2010
Lo Statuto dei lavoratori rappresentò la prima legge italiana che attuò il principio costituzionale secondo cui l’iniziativa economica privata  non può incidere sull’integrità fisica dei lavoratori, ma  deve garantire la loro personalità (art. 41, 2° comma, Cost.). Buona parte delle norme del titolo I° rappresentano limiti all’esercizio dei poteri del datore del lavoro ispirati dal criterio secondo cui è l’organizzazione di lavoro che deve adeguarsi alle persone dei lavoratori e non viceversa.

RICETTE PER RIDURRE IL DUALISMO NEL MERCATO DEL LAVORO 
di Marco Leonardi e Massimo Pallini 
Lavoro - 30 aprile 2010
Con il varo della legge che prevede il ricorso all’arbitrato secondo equità invece che al giudice ordinario in caso di licenziamento individuale si è tornati a parlare di regimi di protezione del posto di lavoro.

PMI E MERCATO BORSISTICO: UN MATRIMONIO MAI DECOLLATO IN ITALIA
di Giancarlo Giudici
Economia reale - 16 giugno 2010
La quotazione in Borsa è uno dei modi attraverso cui le imprese possono più facilmente raccogliere capitale per poter crescere. Tuttavia è un canale tradizionalmente riservato alle grandi società, mentre è difficilmente accessibile per le piccole e medie imprese, a causa dei costi connessi ai requisiti di ammissione al listino, alle maggiori asimmetrie informative e anche a pregiudizi culturali.

GLI STRUMENTI PER FAVORIRE L'ACCESSO AL CREDITO ALLE PMI: VANTAGGI E PROBLEMI
di Concetta Brescia Morra
Finanza - 09 aprile 2010
Negli ultimi anni il Governo ha messo in campo interventi normativi per favorire l’accesso al credito delle PMI. In alcuni casi sono previsti strumenti che mirano a creare le condizioni per una valutazione favorevole delle banche sul merito creditizio, ai fini della concessione del finanziamento.

IL LAVORO AUTONOMO HA PRESO PAROLA
di Sergio Bologna
Lavoro - 05 marzo 2010
Nel periodo che ha preceduto la scadenza elettorale del giugno 2009 un gruppo di Associazioni di lavoratori autonomi e di professionisti, costituitosi a Milano in Rete delle Associazioni, ha avuto l’opportunità di partecipare a un incontro pubblico con l’allora Presidente della Provincia di Milano, Filippo Penati.

IL LAVORO DEL PICCOLO IMPRENDITORE
di Orsola Razzolini
Lavoro - 05 marzo 2010
Il fenomeno della piccola impresa, nella sua evoluzione più recente, presenta tratti economici e sociali che sempre più lo avvicinano al lavoro autonomo “di seconda generazione” e sempre più lo distanziano dall’impresa in senso stretto: a differenza dell’impresa medio-grande, la piccola impresa non nasce dall’investimento in elementi impersonali.

LE TRASFORMAZIONI DELL'AVVOCATURA ITALIANA
di Maria Malatesta
Lavoro - 26 febbraio 2010
Alla fine del XX secolo l’avvocatura  italiana è stata attraversata da molteplici processi di cambiamento. Da un lato la globalizzazione ha introdotto nel campo legale nazionale nuove culture e modelli organizzativi favorendo l’emersione di nuove élite.

COME CAMBIA LA SOCIETA' ITALIANA: LAVORO AUTONOMO E PICCOLA IMPRESA. UN TENTATIVO DI CAPIRE
di Emilio Barucci , Luisa Corazza
Economia reale - 11 febbraio 2010
Nell’ambito delle trasformazioni del tessuto economico e sociale italiano degli ultimi anni, un ruolo cruciale è stato svolto da lavoratori autonomi e piccoli imprenditori. Una realtà per molti aspetti difficile da comprendere con gli strumenti di analisi tradizionali, che mette in discussione le classiche distinzioni tra destra e sinistra, che presenta problemi e reclama soluzioni per molti aspetti nuove.
 
< Prec.   Pros. >