Home arrow Il fuoco arrow Il fuoco - 12 novembre 2009
Il fuoco - 12 novembre 2009 E-mail
Il fuoco
La rivista si occupa di crisi economica, università e banca del mezzogiorno. Carnazza e Martini ci offrono un quadro dell’attuale crisi comparandola a quelle occorse negli ultimi venti anni, l’origine è da ricercare nel calo della produzione di beni durevoli e nel raffreddamento del canale delle esportazioni. Per evitare il prolungarsi della stagnazione si rende necessario un sostegno alla domanda via riduzione del peso fiscale sui redditi e un rafforzamento della competività del sistema produttivo. Cappellin mette in evidenza un punto poco sottolineato: tra tutti paesi sviluppati l’Italia è l’unica a non aver messo in campo politiche pro innovazione per combattere la crisi economica, si potrebbe agire in questa direzione creando un fondo nazionale per l’innovazione e favorendo l’innovazione nei servizi. Villa si occupa del dibattito su posto fisso e flessibilità che rischia di trascurare il vero problema che è quello dell’accesso al mondo del lavoro e delle misure universalistiche di sostegno che mancano. Ci occupiamo poi di due temi di stretta attualità. Giusi Gaeta e Giannini entrano nel merito della riforma universitaria che introduce in modo vago elementi di meritocrazia e di managerialità nella gestione universitaria trascurando il fatto che il sistema universitario è oramai al collasso finanziario. Zazzaro torna sulla Banca del Mezzogiorno andando alla radice delle sue contraddizioni: se al sud vi è un problema di offerta di credito sarebbe stato opportuno agire sulle banche già operanti favorendone l’operatività al sud piuttosto che creare una banca dalla natura incerta e dagli obiettivi imprenditoriali non chiari.
 
< Prec.   Pros. >