Home arrow Il fuoco arrow Il fuoco - 7 ottobre 2009
Il fuoco - 7 ottobre 2009 E-mail
Il fuoco
di Redazione
07 ottobre 2009

La rivista si occupa di crisi economica, mercati finanziari, fisco e mercati. Il G20 di Pittsburgh rappresenta un passo sulla strada delle riforme dopo la crisi finanziaria. Secondo Guerrieri il passaggio dal G8 al G20 è un passo importante verso un governo degli squilibri finanziari ma non si capisce ancora come il governo dell’economia mondiale dovrebbe funzionare: è necessaria una riforma del Fondo Monetario Internazionale. Tamborini si occupa del ruolo delle banche nel dopo crisi finanziaria discutendo il favore accademico e regolatorio a favore della non segmentazione dell’attività bancaria. Tombari e Nardone entrano nel merito del nuovo intervento del governo in tema di passivity rule: anche se viene tolto il quorum deliberativo del 30% in assemblea straordinaria sulle misure difensive, può essere interpretato come una misura a favore della contendibilità del mercato. Il segnale è comunque di un’elevata schizzofrenia in tema di regole che non favorisce un equilibrato funzionamento del mercato. Paladini discute la proposta avanzata da Giavazzi di tre aliquote fiscali (0%,23%, 33%), una proposta che necessiterebbe di detrazioni fiscali assai onerose, la proposta agirebbe inoltre sul lato dell’offerta di lavoro quando forse i veri problemi sono dal lato della domanda. Salerno si sofferma sulla bassa correlazione tra crescita del Pil e prezzi al consumo che mette in evidenza la modesta concorrenza in alcuni settori quali i servizi e la distribuzione.

 
< Prec.   Pros. >