Home arrow Tutti i Dossier arrow Dossier: Libro bianco sul welfare
Dossier: Libro bianco sul welfare E-mail
Tutti i Dossier

DRAGOSEI 19 febbraio 2010
DE VINCENTI 15 ottobre 2008
GRANAGLIA 15 ottobre 2008
PALADINI 15 ottobre 2008
BETTIO 15 ottobre 2008
BELTRAMETTI 15 ottobre 2008
DE VINCENTI 15 ottobre 2008
ROSINA 15 ottobre 2008
FRANZINI-GRANAGLIA 3 ottobre 2008
BELTRAMETTI 3 ottobre 2008

LISO 3 ottobre 2008
MARSICO 3 ottobre 2008
RAITANO 3 ottobre 2008
REBBA 3 ottobre 2008


IL WELFARE DEL LIBRO BIANCO: DIRITTI VARIABILI PER CIASCUNO
di Laura Dragosei
Welfare - 19 febbraio 2010
Leggendo più approfonditamente il Libro Bianco sul welfare del ministro Sacconi, pubblicato la scorsa primavera, si nota che su alcuni dei temi fondanti del nostro sistema di welfare sono contenute delle radicali modifiche di impostazione come, ad esempio, per quanto riguarda il finanziamento del sistema.

LE POLITICHE PER LA FAMIGLIA E IL LIBRO VERDE: INTRODUZIONE AL TEMA
di Claudio De Vincenti
Famiglia - 15 ottobre 2008
Il tema della famiglia è il grande desaparecido dall’agenda di governo: se pensiamo alle misure di sostegno dei redditi familiari – la cosiddetta "dote fiscale" per i figli – che erano in corso di approntamento da parte del governo Prodi e al piano nidi impostato dal ministro Bindi, il silenzio postelettorale del governo Berlusconi risulta veramente singolare. Significative al riguardo l’assenza di misure nell’ambito della manovra di bilancio e, più in prospettiva, la sordina posta sul tema nel DPEF; preoccupanti i segnali forniti con i recenti provvedimenti sulla scuola.

UGUAGLIANZA DI OPPORTUNITÀ E POLITICHE PER LE FAMIGLIE
di Elena Granaglia
Famiglia - 15 ottobre 2008
È diffusa nel nostro paese una concezione della famiglia come cellula vitale e primaria, in grado, se sostenuta da trasferimenti monetari adeguati, di assumersi in proprio le principali funzioni di cura. Anche il Libro Verde di recente presentato dal Ministro Sacconi accoglie tale posizione. Ma è questo l’unico modo di difendere la famiglia e le politiche per le famiglie? In questo breve intervento, vorrei provare a delineare i contorni di una strategia alternativa di tutela della famiglia, a stampo liberale, basata sul valore dell’uguaglianza di opportunità. Quattro ne sarebbero gli elementi caratterizzanti.

IL SOSTEGNO AI REDDITI MONETARI DELLE FAMIGLIE
di Rugger Paladini
Famiglia - 15 ottobre 2008
La situazione attuale.

In Italia i trasferimenti monetari per le famiglie sono costituiti fondamentalmente da due istituti, uno di carattere fiscale – le detrazioni per carichi familiari – e l’altro di spesa – gli assegni al nucleo familiare (ANF). Altri istituti di spesa, come l’assegno per i nuclei con tre figli minori o l’assegno di maternità, hanno un peso nettamente più piccolo, essendo concentrati sulla fascia più povera della popolazione (si usa l’ISEE come strumento means testing).

SERVIZI ALL’INFANZIA: QUALE IDEA DI FAMIGLIA?
di Francesca Bettio
Famiglia - 15 ottobre 2008
La National Child Care Strategy varata in Gran Bretagna nel 1997 e il Piano Nidi 2007-2013 della Germania vengono indicati dal Libro Verde del Ministro Sacconi come punti di riferimento per una politica dei servizi all’infanzia cui questo governo potrebbe ispirarsi. La scelta dei modelli di riferimento non è mai scontata, tantomeno in questo caso.

VOUCHERS E PROMOZIONE DEI SERVIZI
di Luca Beltrametti
Welfare - 15 ottobre 2008
Il Libro Verde si chiede quali politiche possano favorire maggiormente l’iniziativa delle famiglie con l’idea centrale che la persona (sia pur non isolata) risponda "in prima istanza da sé al proprio bisogno … (vivendo) in maniera responsabile la propria libertà e la ricerca di risposte alle proprie insicurezze" ed auspica un po’ enfaticamente "una virtuosa alleanza tra mercato e solidarietà attraverso una ampia rete di servizi e di operatori, indifferentemente pubblici o privati, che offrono, in ragione di precisi standard di qualità ed efficienza coerenti in tutto il territorio nazionale, non solo semplici servizi sociali e prestazioni assistenziali, ma anche la promessa di una vita migliore" (p. 16).

COME FAR DECOLLARE I SERVIZI PER LA NON AUTOSUFFICIENZA
di Claudio De Vincenti
Welfare - 15 ottobre 2008
Le esigenze cui rispondere.

Le persone in condizioni di non autosufficienza sono oggi in Italia 2,6 milioni (Istat, dati 2005), di cui poco meno di 2,1 milioni anziani e circa 1 milione 140 mila in condizioni che richiedono una assistenza particolarmente intensa in quanto sono, secondo la terminologia statistica, "confinati in casa" (immobilizzati a letto o in sedia o comunque non in grado di uscire di casa da soli).

IL TRAMONTO DEMOGRAFICO DEL MEZZOGIORNO*
di Alessandro Rosina
Mezzogiorno - 15 ottobre 2008
Il Libro Verde sul welfare del ministro Sacconi è "dedicato ai giovani e alle loro famiglie, perché vuole concorrere a ricostruire fiducia nel futuro" (p. 3). Quale futuro può del resto avere un paese con sempre meno giovani e che investe così poco sulle nuove generazioni? Una domanda che sta diventando sempre più drammatica soprattutto in riferimento al Mezzogiorno.

*Articolo pubblicato anche su neodemos.it

IL LIBRO VERDE SUL FUTURO DEL MODELLO SOCIALE: UNA SFIDA ATTRAENTE CON DIVERSE QUESTIONI APERTE
di Maurizio Franzini, Elena Granaglia
Welfare - 3 ottobre 2008

Il Libro Verde lascia numerose questioni - spesso di non lieve entità - aperte e sembra anche in difetto di adeguato approfondimento su alcuni punti di primaria importanza. L’auspicio è che grazie proprio a questo nuovo (per noi) e meritorio metodo di dialogo e di policy building si possa giungere a un documento più solido e maggiormente al riparo da molte delle preoccupazioni che abbiamo avanzato in questa nota.

LE POLITICHE PER LA NON AUTOSUFFICIENZA NEL LIBRO VERDE
di Luca Beltrametti
Welfare - 3 ottobre 2008
Il Libro Verde propone un modello di welfare che si dovrebbe realizzare "non solo attraverso le funzioni pubbliche ma soprattutto riconoscendo, in sussidiarietà, il valore della famiglia, di tutti i corpi intermedi e delle funzioni professionali che concorrono a fare comunità". La speranza degli estensori del documento è che questa impostazione possa offrire "migliori prospettive soprattutto a giovani e donne".

MERCATO DEL LAVORO E AMMORTIZZATORI SOCIALI NEL LIBRO VERDE
di Francesco Liso
Welfare - 3 ottobre 2008
Sulla materia del mercato del lavoro il documento governativo – sicuramente apprezzabile per la sua finalità di consultazione pubblica, secondo il modello europeo – contiene proposizioni condivisibili ed altre decisamente meno. Condivisibile l’ analisi – peraltro appena accennata, ma da tempo largamente condivisa – relativa alla disorganicità ed iniquità del sistema degli ammortizzatori ed alla necessità delle tutele attive dei disoccupati.

POVERTA' ASSOLUTA E POVERTA' ESTREME NEL LIBRO VERDE: CONOSCERE PER DELIBERARE?
di Francesco Marsico
Welfare - 3 ottobre 2008
Il Libro Verde del Welfare, in modo invero confuso, giustappone il tema della lotta alle povertà estreme e la questione relativa alla povertà assoluta: confuso in quanto i due termini nel dibattito scientifico e politico non vengono collocati sullo stesso piano e per motivi abbastanza evidenti. In merito alla povertà assoluta la prima elaborazione dell’ISTAT di questo dato risale al 1997.

LA VISIONE DEL SISTEMA PREVIDENZIALE NEL LIBRO VERDE
di Michele Raitano
Welfare - 3 ottobre 2008
Nel Libro Verde sul futuro del modello sociale il sistema previdenziale viene frequentemente citato e dalle affermazioni che ad esso si riferiscono emerge chiaramente la visione di social policy che caratterizza questo documento e la posizione complessiva del Governo. Nel nostro esame di queste affermazioni sottolineeremo, da un lato, debolezze o parzialità nell'interpretazione dei problemi e delle loro probabili tendenze, dall’altro, alcune criticità nelle linee guida di policy suggerite, anche in relazione al percorso avviato dai precedenti governi.

IL LIBRO VERDE SUL FUTURO DEL MODELLO SOCIALE: LA SANITA'
di Vincenzo Rebba
Sanità - 3 ottobre 2008
Il Libro Verde (LV) dedica molto spazio alla sanità, anche se in modo non del tutto organico e sistematico. Lo fa partendo (nel paragrafo dedicato alle disfunzioni del sistema italiano di welfare) con un esame delle principali problematiche del SSN. Se la diagnosi dei principali malesseri del SSN appare in buona parte condivisibile, i rimedi proposti risultano un po’ carenti, pur considerando il carattere necessariamente interlocutorio che caratterizza tipicamente un Libro Verde.
 
< Prec.   Pros. >