Home arrow Il fuoco arrow Il fuoco - 18 giugno 2008
Il fuoco - 18 giugno 2008 E-mail
Il fuoco

Energia: l’accordo UE sulla separazione funzionale delle reti dell’energia salvaguardia di fatto l’integrazione verticale dei principali players e non riduce la frammentazione del mercato europeo ponendo un ostacolo agli investimenti in infrastrutture. Grillo avanza la proposta di una società europea unica per le reti del gas, verticalmente separata, che potrebbe garantire gli investimenti e la sicurezza degli investimenti. Fisco: tornado su un tema già discusso su questa rivista, Paladini ci mostra come l’ultima Relazione della Banca d’Italia faccia un pò di chiarezza sull’aumento delle entrate avvenuto nel 2007: a fronte di un 2,6% di incremento delle ritenute su lavoro dipendente e pensioni, si assiste ad un aumento del 15% delle ritenute sul lavoro autonomo e delle autotassazioni. Vi è stato quindi un recupero sul fronte dell’evasione fiscale. La rivista entra nel merito di due provvedimenti del governo: Pollastri mostra come il fondo compensativo di 2.5 miliardi a favore dei comuni per l’abolizione dell’ICI sulla prima casa sia sottostimato di almeno 600 milioni; Pazienza entra nel merito della Robin Hood tax su petrolieri e banche, due i rischi: di essere trasferita quasi completamente sui consumatori finali, di rendere ben pochi euro alle casse dello Stato. Welfare: in tema di aiuti alle famiglie e sostegno alla natalità la retorica spesso abbonda mentre i punti critici sono numerosi e profondi, secondo Rosina occorre evitare il rischio della scorciatoia rappresentata dal bonus bebè. Finanza: Delli Gatti e Gallegati ci forniscono una attenta analisi della crisi finanziaria e delle sue ricadute sull’economia reale: da un lato bene hanno fatto le banche centrali a fornire liquidità agli intermediari, dall’altro occorre agire con coraggio sul fronte della regolamentazione.

 
< Prec.   Pros. >