Home arrow Lavoro arrow Verso un nuovo sistema di relazioni industriali? L’impatto del Testo Unico sulla rappresentanza
Verso un nuovo sistema di relazioni industriali? L’impatto del Testo Unico sulla rappresentanza E-mail
di Luisa Corazza
24 marzo 2014
nelmerito_50x70.jpgLa rivista www.nelMerito.com e la Fondazione Giacomo Brodolini promuovono una serie di incontri (1, 8, 14 aprile) sull’impatto del Testo unico sulla rappresentanza sindacale, per attivare un dialogo tra studiosi e protagonisti dell’accordo sui cambiamenti in atto nel sistema italiano di relazioni industriali

Il sistema di relazioni industriali italiano è stato sottoposto nell’ultimo quinquennio a profonde trasformazioni con riferimento a: strutture della rappresentanza sindacale in azienda; decentramento della contrattazione collettiva; efficacia del contratto e misurazione della rappresentatività; esigibilità del contratto collettivo e funzioni della tregua sindacale. 
Dopo molti anni di relativa quiete, il diritto sindacale italiano sta attraversando una vera e propria fase “costituente”, nella quale, soprattutto per opera dell’autonomia collettiva, viene progressivamente colmato quel vuoto regolativo creatosi per scelte più o meno consapevoli a partire dal dopoguerra. 
In questo scenario, ancora in fieri, è intervenuto l’accordo del 10 gennaio 2014 (Testo unico sulla rappresentanza sindacale), che segue l’Accordo interconfederale del 28 giugno 2011, il Protocollo d’intesa del 31 maggio 2013, nonchè l’intervento della Corte costituzionale sul tema delle rappresentanze sindacali aziendali (Corte Cost. n. 231/2013). Questa produzione scaturita nel settore industriale è il frutto di una faticosa ricomposizione dell’unità sindacale, dopo le note vicende che hanno visto contrapposta la CGIL alle altre sigle sindacali. La ritrovata unità (che sappiamo essere stata il risultato di complessi compromessi, dimostrati anche dalla recente divisione interna all’ambito CGIL, su cui si v. F. Liso, La Fiom e l’accordo del 10 gennaio 2014) è il segno dell’importanza di questa fase costituente, e della volontà dei protagonisti dello scenario sindacale di chiudere quel periodo di grandi incertezze che si era aperto con l’Accordo quadro del 2009 sulla riforma del sistema di contrattazione collettiva.

La portata storica di questa nuova fase di costruzione delle regole rende necessaria una riflessione sull’impatto del Testo unico del 10 gennaio 2014 sul sistema di relazioni industriali italiane. La rivista www.nelMerito.com e la Fondazione Giacomo Brodolini promuovono una serie di incontri che avranno ad oggetto l’impatto del Testo Unico sulla Rappresentanza del 10 gennaio 2014 su questo scenario in evoluzione continua. I seminari (o meglio i “dialoghi”) si concentreranno sui principali snodi dell’accordo, che possono essere riassunti in tre nuclei essenziali:il contratto nazionale di categoria, il sistema della rappresentanza in azienda e la contrattazione aziendale. Il tema del governo del conflitto collettivo, in quanto trasversale alla discussione sulla contrattazione collettiva, verrà trattato unitamente a quest’ultima.
L’obiettivo di questi incontri è di attivare un dialogo che coinvolga, oltre agli studiosi del tema, i protagonisti degli accordi, al fine di riflettere sui cambiamenti in corso nel settore industriale, e sui possibili cambiamenti nel sistema di relazioni industriali italiano. 
Il primo seminario avrà ad oggetto il procedimento negoziale della contrattazione nazionale di categoria. La discussione verterà sul tema della certificazione della rappresentatività, sul procedimento di negoziazione e sul governo del conflitto collettivo, sia nella fase transitoria che a regime. Il secondo seminario sarà dedicato al sistema della rappresentanza sindacale in azienda e alla dialettica RSA/RSU, anche alla luce dei problemi aperti dalla sentenza della Corte costituzionale n. 231/2013. Il terzo seminario verterà invece sugli scenari futuri e sul ruolo della contrattazione collettiva aziendale, sotto il profilo del sistema di deroghe, dell’efficacia del contratto e della sua esigibilità.
Gli incontri si terranno presso la Fondazione Brodolini. Da ciascun incontroverrà poi prodotto un “film” che consentirà anche a chi non ha potuto partecipare di usufruire del prodotto multimediale.

Programma:
1 aprile - Il procedimento negoziale della contrattazione nazionale di categoria
Intervengono: Pierangelo Albini, Paolo Carcassi, Michele Faioli, Elena Lattuada, Franco Scarpelli, Leonello Tronti, Anna Trovò. 

8 aprile - Come cambia la rappresentanza sindacale in azienda: RSU/RSA.
Intervengono: Pierangelo Albini, Salvatore Barone, Vincenzo Bavaro, Paolo Carcassi, Raffaele Delvecchio, Franco Liso, Arturo Maresca, Uliano Stendardi.


14 aprile - Nuovi scenari della contrattazione aziendale
Intervengono: Pierangelo Albini, Paolo Carcassi, Elena Lattuada, Arturo Maresca, Alberto Piccinini, Andrea Ricci, Anna Trovò.

Saluti introduttivi: Giuseppe Ciccarone
Coordina: Luisa Corazza 

Fondazione Giacomo Brodolini – Sala Piero Boni, Via Barberini 50 – Roma – ore 15.30/17.30

  Commenti

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Effettua il logi o registrati.

 
< Prec.   Pros. >