Home arrow Liberalizzazioni arrow LA CONCORRENZA NEL SETTORE RC AUTO*
LA CONCORRENZA NEL SETTORE RC AUTO* E-mail
Regolazione
di Annalisa Rocchietti March
13 aprile 2012
consumatoriL’Autorità Antitrust ha seguito fin da subito il processo di liberalizzazione del mercato RC Auto partito nel 1994 con il recepimento delle direttive comunitarie di terza generazione, sanzionando anche le imprese di assicurazione per aver posto in essere un cartello.

Sono state svolte anche due indagini conoscitive, l’ultima delle quali è tutt’ora in corso.
Nell’ambito delle varie problematiche che caratterizzano il mercato assicurativo nel suo complesso e quello auto in particolare, il sistema dell’indennizzo diretto è sicuramente un’importante novità per gli incentivi che crea nelle imprese e per i miglioramenti che apporta alla qualità del servizio assicurativo.
Questa  nuova procedura risarcitoria è entrata in vigore dal 1° febbraio 2007 e prevede che i danni derivati dal sinistro siano risarciti non già dalla compagnia del responsabile, bensì dalla stessa compagnia del danneggiato. Tuttavia, i premi continuano a salire ed occorre studiare quali ulteriori correttivi adottare per migliorare il sistema. In linea di principio presenta numerosi pregi:
  1. i) stimola la ricerca della migliore compagnia da parte dei potenziali clienti;
  2. incentiva le imprese assicuratrici ad una concorrenza sulla qualità del servizio.
Tuttavia, l’aumento dei premi, la scarsa mobilità della domanda, l’aumento delle frodi e del costo dei sinistri, evidenziano il persistere di problemi che non sono al momento stati risolti con il mero inserimento della procedura di indennizzo diretto:  l’Italia si mantiene secondo i dati Eurostat il paese che mostra negli ultimi l’aumento più significativo rispetto gli altri paesi Europei.
Per queste ragioni l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato sta procedendo nell’ambito dell’indagine conoscitiva in corso a verificare quali possano essere le anomalie di tipo concorrenziale che permangono nel sistema. Tra le altre, potrebbe rilevare il funzionamento in concreto del sistema di compensazione tra le compagnie denominato CARD, sistema che potrebbe necessitare di alcuni miglioramenti in favore dell’efficienza.

* La versione integrale sarà pubblicata sul numero 1 /2012
  Commenti

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Effettua il logi o registrati.

 
< Prec.   Pros. >