Home arrow Politica e Istituzioni
REGOLAMENTI PARLAMENTARI E MAGGIORITARIO: IL PIANO INCLINATO DEL “PEGGIOR PRECEDENTE" E-mail
di Giovanni Piccirilli
04 luglio 2008

regolamentiI regolamenti parlamentari sono rimasti in gran parte ancorati all’impianto vigente nel precedente regime proporzionale, specie per la mancata formalizzazione di un ruolo compiuto dell’opposizione, nonché – specularmente – di una chiara configurazione dei poteri del Governo "in" Parlamento (vedi articoli di Francesco ClementiNicola Lupo su questo sito).

fb

 
PER UN RILANCIO DEI POTERI ISPETTIVI E DELLE GARANZIE NEL PARLAMENTO MAGGIORITARIO E-mail
di Guido Rivosecchi
04 luglio 2008

parlamentoIn avvio della XVI legislatura repubblicana lo stato delle istituzioni appare tutt’altro che in buona salute. Uno dei malati più gravi è senza dubbio il Parlamento. In primo luogo, perché una legge elettorale truffaldina – che combina impropriamente il premio di maggioranza con la clausola di sbarramento – taglia fuori dalla rappresentanza parlamentare una fetta più o meno consistente dei partiti e dei movimenti politici (e altri ancora rischia di tagliarne fuori in futuro, se non verrà modificata), senza peraltro conseguire i vantaggi di stabilità del sistema politico e di un più diretto rapporto tra eletti ed elettori, normalmente propri di un sistema effettivamente maggioritario.

fb

 
GLI OPPOSITION DAYS TRA REGNO UNITO E ITALIA E-mail
di Francesca Rosa
04 luglio 2008

cameraCon l'avvio della XVI legislatura si è riaperto il dibattito sulle riforme regolamentari e con esso è tornato in auge il tema della statuto dell'opposizione (cfr. Lupo, Alcune premesse per una riforma dei regolamenti parlamentari e Clementi, Riformare i regolamenti parlamentari, adeguarsi al cambiamento), ad integrare il quale si propone di introdurre un istituto del Parlamento britannico che prende il nome di opposition days. Nella Camera dei Comuni, in base allo Standing Order 14(2), in ogni sessione annuale venti giorni dei lavori dell'Assemblea sono dedicati alla discussione di temi selezionati dall’opposizione.

fb

 
OPPOSIZIONE, GOVERNO OMBRA, ALTERNATIVA. LE DUE LINEE NEL PD E LA NECESSARIA “TRANSUSTANZIAZIONE” E-mail
di Francesco Clementi
04 luglio 2008

governo ombraEra il 1990. Il Muro di Berlino era caduto e sotto di sé era stata sepolta anche la teoria sulla conventio ad excludendum per il governo nazionale, quando appariva, proprio nel gennaio di quell’anno, un volume per i saggi tascabili della Laterza curato da Gianfranco Pasquino (con contributi di Oreste Massari e Antonio Missiroli), dal titolo significativo "Opposizione, governo ombra, alternativa".

fb

 
ALCUNE PREMESSE PER UNA RIFORMA DEI REGOLAMENTI PARLAMENTARI E-mail
di Nicola Lupo
29 maggio 2008

gruppi parlamentariSin dalla campagna elettorale si registrano dichiarazioni, da parte di esponenti delle principali forze politiche, assolutamente concordi sulla necessità di procedere, in tempi rapidi, ad una revisione dei regolamenti parlamentari. In genere, il riferimento è alla disciplina dei gruppi parlamentari, rimasta (colpevolmente) invariata, nelle sue regole di fondo, dall’epoca del proporzionale (e, nelle sue soglie numeriche, addirittura dal 1922).

fb

 
QUANTO CONTANO LE PREFERENZE E-mail
di Paolo Balduzzi
09 aprile 2008

preferenzeA cosa serve una legge elettorale? Il dibattito politico e giornalistico si è concentrato intorno a due finalità principali, vale a dire rappresentatività e governabilità. In realtà, un sistema elettorale ha almeno due finalità aggiuntive. La prima è quella di selezionare gli eletti tra i più capaci. La seconda è quella di disciplinare quegli stessi eletti, cioè di creare meccanismi che li rendano responsabili (accountable) e quindi più desiderosi di fare gli interessi dei cittadini per essere rieletti.

fb

 
MATRIMONIO D’INTERESSE O AFFINITÀ ELETTIVA: COME SI DECIDE PER CHI VOTARE? E-mail
di Francesco Avvisati, Paul-Antoine Chevalier
09 aprile 2008

politimetricsLa scelta di voto è il risultato di una ponderazione complessa, in cui entrano gli ideali, le convenienze, e le simpatie personali. Una ricerca francese, dopo aver raccolto dati con il sito "Polimètre", ha provato a quantificare l’importanza di questi fattori per il voto alle scorse elezioni presidenziali. Il sito "votometro" (http://www.votometro.it) permetterà di effettuare un’analisi analoga per le elezioni politiche italiane.

fb

 
RIFORMARE I REGOLAMENTI PARLAMENTARI, ADEGUARSI AL CAMBIAMENTO E-mail
di Francesco Clementi
20 marzo 2008

parlamento.jpgEntro il 16 aprile alla Camera dei Deputati ed entro il 17 aprile al Senato della Repubblica, i nuovi eletti dovranno indicare il gruppo parlamentare al quale intendono iscriversi, disegnando così -con un tratto di penna, dopo quindici anni di frammentazione- un mondo "nuovo" rispetto agli ultimi vent’anni di storia repubblicana. Il Parlamento della XVI Legislatura repubblicana, infatti, sarà un parlamento composto, almeno alla Camera, probabilmente da cinque o sei gruppi parlamentari. Tutto ciò è importante? Lo è decisamente.

fb

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 Pross. > Fine >>

Risultati 92 - 99 di 99