Home arrow Mezzogiorno
FONDI STRUTTURALI: POSSIBILI LEZIONI DA INVESTITORI PUBBLICI E FONDI SOVRANI ESTERI E-mail
di Andrea Nuzzi
25 novembre 2011
fondi strutturali mezzogiornoL’oggetto di analisi - Il dibattito sulla riduzione delle risorse disponibili per misure di sostegno allo sviluppo, a causa dei crescenti vincoli di finanza pubblica, è di grande attualità. 
fb

 
CRISI ECONOMICA E RISANAMENTO FINANZIARIO: LA MORSA CHE STRINGE IL SUD E-mail
di Luca Bianchi, Stefano Prezioso
30 settembre 2011
crisi sudI dati recentemente diffusi dalla SVIMEZ nel suo Rapporto annuale ci possono aiutare a capire come questa crisi abbia impattato sui diversi strati sociali e sui territori del Paese. Si tratta di informazioni molto utili anche alla luce della manovra che il Governo ha recentemente varato di cui è importante valutare l’equità e la sostenibilità economica e sociale.
fb

 
GLI INTERVENTI SPECIALI PER IL MEZZOGIORNO: UN PROBLEMA DI QUANTITĄ E DI QUALITĄ E-mail
di Gianfranco Viesti
08 aprile 2011
interventi speciali mezzogiornoLa Commissione Bicamerale per l’attuazione del federalismo sta affrontando il decreto attuativo  dell’articolo 16 della legge 42, in materia di “risorse aggiuntive ed interventi speciali per la rimozione degli squilibri economici e sociali”1.
fb

 
ECCO DOVE SONO FINITI I FONDI FAS E-mail
di Gianfranco Viesti, Francesco Prota
27 gennaio 2011
fondi fasLa principale manovra di politica economica realizzata in questa legislatura è stata la riprogrammazione e l’utilizzo delle risorse del FAS, Fondo per le Aree Sottoutilizzate, nazionale.
fb

 
PIANO NAZIONALE PER IL SUD: SOLO UN'OPERAZIONE PUBBLICITARIA? E-mail
di Gianfranco Viesti, Francesco Prota
29 dicembre 2010
piano nazionale sudA fine novembre il Governo ha annunciato il Piano nazionale per il Sud, indicato come una delle priorità dell’esecutivo per la seconda metà della legislatura. Stando al comunicato ufficiale, “il Piano nazionale per il Sud, del valore complessivo di 100 miliardi di euro, rappresenta un atto di impegno politico e di indirizzo strategico avente come scopo la riduzione del divario territoriale”.
fb

 
IL SUCCESSO DELLA GERMANIA EST. E IL NOSTRO MEZZOGIORNO? E-mail
di Mario Lettieri, Paolo Raimondi
10 dicembre 2010
germania est mezzoggiornoDopo la caduta del muro di Berlino e l’unificazione della Germania le regioni tedesche dell’Est potevano finire nell’abbandono e nell’arretratezza economica come il nostro Mezzogiorno.
fb

 
STRUTTURA INDUSTRIALE, FATTORI TERRITORIALI ED EFFICIENZA ALLOCATIVA NEI DIVARI TERRITORIALI E-mail
di Annamaria Nifo
21 maggio 2010
struttura industrialeQuanto contano le caratteristiche strutturali dell’industria italiana, rispetto ai fattori territoriali e allocativi, nella competitività complessiva dell’economia italiana e nei divari di produttività esistenti tra il Centro-Nord e il Mezzogiorno?
fb

 
IL MEZZOGIORNO E LE SUE RAPPRESENTAZIONI. DUE LIBRI RECENTI A CONFRONTO E-mail
di Maurizio Franzini
14 maggio 2010
mezzogiorno“Il tenore di vita del cittadino del Nord vale 26.714 euro, quello del cittadino del Sud 30.138, circa il 13% in più. Conclusione: il divario c’è, ma è a favore del Sud.”
fb

 
COMPETITIVITĄ E DIVARIO TERRITORIALE* E-mail
di Federico Lucidi
30 aprile 2010
competitivitaTra le motivazioni addotte per spiegare la stagnazione della produttività di cui l’economia italiana ha sofferto nell’ultimo decennio, la questione territoriale è stata generalmente poco considerata.
fb

 
POLITICHE PER IL SUD: FALLIMENTI, UNA NUOVA PROPOSTA* ** E-mail
di Luca Bianchi, Stefano Prezioso
30 aprile 2010
politiche sudLe politiche pubbliche a vantaggio del Mezzogiorno sono sempre più guardate con diffidenza. Buona parte dell’opinione pubblica ritiene infatti che il rendimento economico e sociale delle risorse pubbliche impiegate in tale area è quanto mai ridotto.
fb

 
UNA RIFLESSIONE SU MEZZOGIORNO, FLUSSI MIGRATORI E STRUTTURA PRODUTTIVA E-mail
di Giuseppe Celi
16 aprile 2010
mezzogiornoRecentemente alcuni studi e/o rapporti di istituti di ricerca italiani - come la Svimez e la Banca d’Italia - hanno evidenziato come  i flussi migratori interni al territorio italiano siano ripartiti in modo significativo negli ultimi anni. In particolare, l’emigrazione dal Mezzogiorno verso il Centro-Nord ha rappresentato la parte più consistente di tali flussi.
fb

 
IL CREDITO NEL SUD: TRA DIPENDENZA ESTERNA E BANCA PUBBLICA E-mail
di Alberto Zazzaro
12 novembre 2009

banca_sud.jpgAttraverso la nascita della Banca del Mezzogiorno (la Banca), il Governo intende ridurre il divario tra le regioni del Centro-Nord e del Sud in merito al costo e alla disponibilità del credito bancario. Il tema è importante, ma per valutare il provvedimento occorre rispondere a una domanda preliminare. Perché le imprese del Sud incontrano maggiori difficoltà nell’accesso al credito?

fb

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 Pross. > Fine >>

Risultati 13 - 24 di 37