Home arrow Economia reale
REDDITOMETRO, RICCOMETRO ….E LA CRESCITA SI ALLONTANA E-mail
di Paolo Carnazza
08 febbraio 2013
redditometroRecentemente sono stati introdotti in Italia due nuovi strumenti: il Redditometro e il Riccometro che, all’interno di uno scenario profondamente recessivo, avranno presumibilmente un ulteriore effetto depressivo sull’andamento della domanda privata a causa, soprattutto, dell’effetto psicologico sul cittadino medio. Parlare di crescita in questo contesto diventa quindi mera utopia a meno che non si realizzi  un programma articolato di misure strutturali e di riforme capace, a sua volta, di generare e diffondere un clima di fiducia e di ottimismo presso i vari operatori.
fb

 
CONTRATTAZIONE, DINAMICA SALARIALE E PRODUTTIVITÀ: RIPENSARE GLI OBIETTIVI ED I METODI E-mail
di Davide Antonioli, Paolo Pini
01 febbraio 2013
contrattazioneProduttività e salari stagnanti, crescita piatta, e contrattazione in declino. Come riprendere un percorso virtuoso ripensando obiettivi e metodi della contrattazione collettiva. La proposta di produttività programmata e contrattata può essere una ricetta? Discutiamone.
fb

 
LA “POLITICA PRODUTTIVA” C’È MA OCCORRE MIGLIORARE LA COMUNICAZIONE E-mail
di Giuseppe Capuano, Paolo Carnazza
11 gennaio 2013
politica produttivaNegli ultimi due-tre anni, l’attenzione del  Governo nei confronti delle imprese di micro, piccole e medie dimensioni, in Italia, è stata elevata anche grazie alla spinta impressa dalla Direttiva della Presidenza del Consiglio dei Ministri in attuazione dello Small Business Act (SBA) del maggio 2010. In questo lavoro si è cercato di conoscere il grado di conoscenza delle imprese sulle principali misure adottate recentemente e sullo SBA. Un’Indagine ad hoc su un campione rappresentativo di 1.000 micro, piccole e medie imprese non ha dato però risultati confortanti. 
fb

 
L’INTERNET ECONOMY: UN’OPPORTUNITA’ PER LA CRESCITA E PER UNA MIGLIORE QUALITA’ DELLA VITA E-mail
di Attilio Pasetto
24 dicembre 2012
internet economyIl governo punta sulla digitalizzazione per far crescere l’economia italiana, avvicinandola agli “standard digitali” dei principali Paesi europei. Le opportunità offerte dall’Internet economy sono in effetti notevoli in termini sia di guadagni di produttività che di miglioramenti nella vita quotidiana delle persone.
fb

 
ISTRUZIONE E PRODUTTIVITÀ: LA QUESTIONE MORALE È FONDAMENTALE E-mail
di Giuseppe Coco, Raffaele Lagravinese
24 dicembre 2012
istruzione e produttivitaAumentare la produttività è possibile solo con azioni sistemiche profonde sulle sue cause. Nel caso dell’istruzione la performance deludente del nostro sistema potrebbe essere dovuta  anche alla percezione dell’inutilità di studiare ai fini del successo economico per effetto di quello che gli americani chiamano cronyism. La questione morale è centrale.
fb

 
ANNIVERSARI E-mail
di Roberto Tamborini
23 novembre 2012
anniversariE' tempo di anniversari. Quattro dallo scoppio della crisi "reale" nel mondo nell'autunno 2008, uno dalla nascita del governo Monti in Italia. Un'occasione per fare un bilancio della situazione economica mondiale e nazionale, di cosa è stato fatto, con quali risultati. E con qualche lezione per il futuro prossimo.
fb

 
CONTINUANO I SEGNALI POSITIVI DALL’EXPORT E-mail
di Paolo Carnazza
16 novembre 2012
exportL’analisi si sofferma su due recenti ricerche che evidenziano la positiva performance delle esportazioni e delle imprese italiane oltre i confini nazionali (in particolar modo verso l’area dei Paesi emergenti). Questa spontanea risposta di gran parte del nostro sistema manifatturiero può, però, rivelarsi insufficiente se non è accompagnata da adeguate misure volte a sostenere il processo di internazionalizzazione: al riguardo le recenti misure del Governo sembrano accogliere, almeno parzialmente, questa necessità indirizzandosi lungo una serie di linee direttrici che comprendono la rinascita dell’ICE; la realizzazione presso il Mise della Cabina di Regia per l’internazionalizzazione; la costituzione del Desk Italia che ha il principale scopo di rafforzare l’afflusso degli investimenti diretti esteri nel nostro Paese. Importante è anche il ruolo dei Contratti di rete per spingere le imprese ad aggregarsi intorno a progetti di internazionalizzazione al fine di indirizzare i propri prodotti soprattutto verso le aree geografiche caratterizzate da elevati tassi di crescita.
fb

 
UN PATTO PER LA PRODUTTIVITÀ PROGRAMMATA. SUBITO. E-mail
di Giuseppe Ciccarone
19 ottobre 2012
produttivita programmataSono passati tre anni e mezzo da quando lanciammo sulle pagine di nelmerito.com la proposta di riformare la contrattazione salariale in modo da perseguire un tasso "programmato" di crescita della produttività.
fb

 
VERSO UNA CRISI DA SOTTOCONSUMO STRUTTURALE E-mail
di Paolo Carnazza
18 settembre 2012
sottoconcumiQuesta nota intende soffermarsi sulle attuali e, soprattutto, sulle future tendenze dei consumi privati in Italia. Secondo l’autore lo scenario tendenziale, per l’Italia ma anche per molti Paesi dell’Europa meridionale, sembrerebbe condurre verso una crisi da sottoconsumo strutturale: per accendere la miccia della crescita, unitamente alle varie misure adottate dal Governo Monti, appare quindi sempre più necessario adottare misure volte a ridurre la pressione fiscale complessiva dando priorità alla riduzione delle imposte sui redditi da lavoro e d’impresa. Inoltre, un’attenzione particolare dovrebbe essere rivolta alle classi giovanili attraverso un pacchetto articolato di misure ad hoc.
fb

 
IL DECRETO SVILUPPO CRESCE DA 70 A 103 ARTICOLI: ANCORA NON BASTA MA È UN SEGNALE E-mail
di Marco Causi
18 settembre 2012
decreto sviluppoIl decreto sviluppo (83/2012) è stato convertito in legge (134/2012) con numerose modifiche: da 70 articoli si è passati, nel corso dell’esame parlamentare, a 103. Non credo che ciò sarà sufficiente a superare le critiche che il decreto aveva ricevuto (vedi Anna Giunta su www.nelmerito.com del 22 giugno ). Tuttavia quelle critiche non sono state inefficaci, sono stati introdotti infatti numerosi interventi aggiuntivi.
fb

 
UN’ANALISI DEGLI EFFETTI DELLA DEFLAZIONE SALARIALE SULL’ECONOMIA ITALIANA E-mail
di Stefano Fantacone, Carlo Milani
07 settembre 2012
deflazione salarialeUno dei temi più rilevanti di politica economica che molti paesi dell’Area euro si trovano a fronteggiare è quello relativo al mercato del lavoro. La netta crescita dei tassi di disoccupazione, e il fatto che sempre più spesso sono le nuove generazioni che trovano difficoltà a inserirsi nel mondo lavorativo, stanno creando crescenti tensioni.
fb

 
LA POLITICA INDUSTRIALE NEL DECRETO SVILUPPO E-mail
di Anna Giunta
22 giugno 2012
imprese globaliDal documento di Economia e Finanza al decreto per lo sviluppo. “Le imprese italiane sono caratterizzate da dimensioni potenzialmente troppo ridotte per competere pienamente a livello internazionale, secondo l’organizzazione per filiere disintegrate verticalmente che si è affermata nell’ultimo decennio”.
fb

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 Pross. > Fine >>

Risultati 25 - 36 di 106