Home arrow Economia reale
Le Politiche Industriali Europee e Italiane (2° parte) E-mail
di Raffaele Brancati
31 marzo 2014
industria_1_50x70.jpg

Le politiche industriali italiane, nella fase di nuova accelerazione di intenti sulla rilevanza della manifattura europea, appaiono sfibrate con modeste risorse umane e finanziarie. Qualche semplificazione nelle strategie, superando i blocchi presenti, può essere proposta.

fb

 
La politica industriale in Italia: alcune prime riflessioni E-mail
di Paolo Carnazza
31 marzo 2014
gear_1_50x70.jpg

Questa nota si sofferma su un recente studio condotto dal Centro Studi Confindustria che, dopo avere esaminato le principali misure adottate all’interno dei principali Paesi industrializzati, sottolinea l’assenza di una politica industriale in Italia. Successivamente si cerca di evidenziare lo “sforzo” fatto negli ultimi tre-quattro anni dai precedenti Governi per rispondere alla grave crisi finanziaria e recessiva dell’economia italiana ma anche per superare, almeno parzialmente, una serie di debolezze strutturali del nostro sistema produttivo. Nonostante questi sforzi, però, continua a sussistere in Italia un problema di “offerta” e di “domanda” di politica industriale unitamente alla mancanza di una visione strategica di medio-lungo periodo.

fb

 
La FIAT e le sorti dell’industria automobilistica nazionale E-mail
di Aldo Enrietti
17 marzo 2014
fiat.jpgA inizio anno Fiat ha completato l’acquisizione di Chrysler. I commenti sono stati spesso positivi, mettendo in secondo piano, però, che la nuova strategia di Fiat non necessariamente implica un superamento del declino dell’industria automobilistica nazionale. fb

 
Tagliare il cuneo fiscale per aumentare la produttività E-mail
di Giuseppe Ciccarone, Enrico Saltari
10 marzo 2014
paiement_euros_50x70.jpg È ormai generalizzato il convincimento che per aumentare la competitività delle nostre imprese sia necessario ridurre il divario tra crescita del salario lordo nominale e crescita della produttività. A tal fine, quasi tutti i commentatori ritengono indispensabile agire sia sulle cause che limitano la seconda, sia sul cuneo fiscale imposto sul lavoro. Queste due azioni vengono però sempre viste come indipendenti l'una dall'altra, anche se possibilmente da compiere simultaneamente. Noi condividiamo questa duplice necessità, ma crediamo che il taglio del cuneo possa essere utilizzato, in questa fase dell'economia italiana, anche come incentivo per accrescere la dinamica della produttività. fb

 
Industrial Compact Europeo E-mail
di Raffaele Brancati
10 marzo 2014
produttivita_1.jpgL’Unione Europea sta avviando un accordo tra i paesi membri per promuovere la “rinascita dell’industria”. Si tratta di una strategia ancora generale e priva di strumenti efficaci, ma anche di un’eccellente occasione per promuovere finalmente una strategia nazionale adeguata. In un successivo contributo si ragionerà delle strategie nazionali. fb

 
La competitività del sistema economico italiano. Una valutazione di medio-termine. E-mail
di Mauro Lossani
24 febbraio 2014
competition.jpg Secondo le più recenti indagini ISTAT (ISTAT, Mercati, Strategie e Ostacoli alla Competitività, 7 Novembre 2013), nel corso degli ultimi trimestri, più imprese italiane hanno collocato un maggior numero di prodotti su più mercati esteri consentendo al nostro paese di limitare le conseguenze negative sul PIL indotte dal crollo registrato dalla domanda interna.  fb

 
Produttività, crescita e riforma della contrattazione: un dialogo tra economisti E-mail
di Leonello Tronti
24 febbraio 2014
 meet_3.jpg Il 4 giugno 2013 si sono riuniti a Roma alcuni economisti che negli anni recenti hanno studiato il “male oscuro” del declino della crescita della produttività in rapporto con la contrattazione collettiva.  fb

 
In ricordo di Augusto Graziani E-mail
di Marcello Messori
17 febbraio 2014
graziani.gifLa morte di Augusto Graziani, avvenuta ai primi di gennaio di quest’anno, ha segnato il tramonto di quel gruppo di grandi economisti italiani che, a partire dagli anni Cinquanta e Sessanta del secolo scorso, ha saputo associare l’interesse per la storia dell’analisi economica, la capacità di fornire contributi originali alla teoria economica, l’interpretazione dei problemi dell’economia italiana, l’impegno sul versante della politica economica e della politica. fb

 
PARTE ANCORA DAI DISTRETTI LA RISPOSTA VINCENTE ALLA CRISI E-mail
di Paolo Carnazza, Gianni Giubileo
29 marzo 2013
crisi.jpgI distretti industriali rivestono un ruolo fondamentale all’interno dell’economia italiana: l’analisi della loro evoluzione rappresenta, quindi, una tappa  imprescindibile per comprendere i mutamenti strutturali che hanno caratterizzato il nostro sistema industriale negli ultimi anni. fb

 
RETI DI IMPRESE E SOSTENIBILITÀ SOCIALE DELLA FILIERA E-mail
di Luisa Corazza, Silvana Sciarra
01 marzo 2013
reti impreseNon sempre la globalizzazione è sinonimo di delocalizzazione. La filiera Gucci è un esempio virtuoso di come le opportunità offerte dalla globalizzazione si possano trasformare in una valorizzazione delle competenze del territorio, grazie ad una fruttuosa interazione tra reti di imprese, valorizzazione della formazione, forme innovative di partecipazione degli attori sociali.
fb

 
LA FORMA COOPERATIVA COME RISPOSTA ALLA CRISI ECONOMICA-FINANZIARIA E-mail
di Francesco Solaro
15 febbraio 2013
forma cooperativaQuella che da venti anni a questa parte si è presentata come la più efficace piattaforma culturale economica e intendo la teoria neoliberista è andatasi progressivamente come un tumore a contaminare i gangli della società post-industriale determinando una paralisi di tutto l’organismo socio culturale economico dell’Europa in generale e del nostro Paese.
fb

 
MOLTIPLICATORI FISCALI E PIANI DI RIENTRO DAL DEBITO E-mail
di Emiliano Santoro
08 febbraio 2013
debito pubblicoLe misure di consolidamento fiscale adottate nell’area Euro hanno avuto il merito di orientare il dibattito di politica economica sul ruolo dei moltiplicatori fiscali. In tale contesto l’obiettivo dei principali commentatori accademici ed istituzionali è quello di comprendere come e in che misura il reddito nazionale sia influenzato da diverse misure di finanza pubblica.
fb

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 Pross. > Fine >>

Risultati 13 - 24 di 106