Home arrow Fisco
NOTIZIE DALLE STATISTICHE IRPEF. COM'E' CAMBIATA LA "COMPLIANCE" FISCALE* E-mail
di Ruggero Paladini
18 giugno 2008

irpefLa forte crescita delle entrate nel biennio 2006-2007 ha suscitato un ampio dibattito su quanto sia stata dovuta alla crescita economica, quanto ad inasprimento delle aliquote, quanto ad una riduzione dell’evasione (si veda l’articolo di Alessandro Santoro Ma di quanto si è ridotta l’evasione?); accanto a coloro che riconoscono un significativo effetto dovuto all’evasione, vi sono anche i "negazionisti" alla Luca Ricolfi, che considerano l’effetto trascurabile. Qualche spunto interessante può ritrovarsi nella Relazione della Banca d’Italia presentata il 31 maggio scorso. La Relazione della Banca d’Italia 2007 riporta, in appendice, la tavola a13.5 con un dettaglio delle entrate tributarie del bilancio dello Stato.
 *Articolo pubblicato anche su www.nens.it

fb

 
L’ICI S’È ROTTA. MA CHI (E QUANTO) PAGA?* E-mail
di Bruno Caprettini, Corrado Pollastri
05 giugno 2008

iciIl 21 Maggio scorso il Consiglio dei Ministri riunito a Napoli ha approvato un Decreto Legge contenente tra l’altro disposizioni intese ad eliminare completamente l’Ici sulla prima casa. Formalmente, il provvedimento prevede la compensazione del minor gettito attraverso trasferimenti dallo Stato ai Comuni, ma nella sostanza l’intervento potrebbe aprire una complessa partita tra diversi livelli di governo per la corretta determinazione del costo dell’intervento.
* Articolo pubblicato anche su www.cer-online.it

fb

 
DICHIARAZIONI E TRASPARENZA E-mail
di Livia Salvini
09 maggio 2008

privacyLa pubblicazione su internet, da parte della Agenzia delle Entrate, dei redditi dichiarati dagli italiani nel 2005 ha posto all’attenzione generale la questione della pubblicità dei dati fiscali. A prescindere da questioni di privacy e dalle modalità di pubblicazione, va ribadito che la pubblicità delle dichiarazioni dei redditi è ispirata da esigenze di trasparenza e la trasparenza, a sua volta, appare un necessario portato della natura solidaristica dell’obbligo di contribuire alle spese pubbliche, previsto dall’art. 53 della Costituzione.

fb

 
CHI PAGA REALMENTE L’IRES? ANCORA BRUTTE NOTIZIE PER I LAVORATORI DIPENDENTI E-mail
di Giorgia Maffini
29 aprile 2008

fisco e salariLa campagna elettorale riaccende il dibattito su salari e fisco. Tutte le parti appaiono concordi sulla necessità di ridurre la pressione fiscale derivante dall’imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) alla fine di aumentare gli stipendi netti dei lavoratori. Nell’affrontare il tema della relazione tra fiscalità e salari se ne trascura una componente di estrema rilevanza ossia quella dell’impatto dell’imposta sul reddito delle società (IRES). L’interdipendenza tra salari e sistema fiscale non puo’ essere compresa a fondo se non si risponde anche al quesito: chi paga veramente l’IRES? Ecco le principali conclusioni della letteratura specializzata e un esaustivo confronto internazionale.

fb

 
DIBATTITO ELETTORALE: PIÙ CORAGGIO PER L’IRPEF E-mail
di Luigi Bernardi
09 aprile 2008

irpefNel dibattito elettorale e nelle proposte dei partiti il fisco è stato molto presente. Varie proposte ma ancora lontane dalla svolta auspicabile. Si vada a un’Irpef a poche aliquote ma ponderata secondo le condizioni di lavoro dei contribuenti. Dalle imposte indirette altri spazi per la riduzione del cuneo.

fb

 
L'IRPEF NEI PROGRAMMI ELETTORALI E-mail
di Fernando Di Nicola, Alessandro Santoro
20 marzo 2008

irpef.jpgIl pacchetto di sgravi fiscali occupa un ruolo di primaria importanza nei programmi proposti dai partiti politici per le prossime elezioni. In tema di irpef, le misure si differenziano per i profili distributivi ma sono simili quanto a minore gettito (30-40 miliardi), una cifra assai elevata che dovrebbe essere finanziata principalmente tramite la lotta all’evasione fiscale. Le proposte in tema di sostegno ai carichi familiari sono invece più articolate mentre viene riaffermata da parte dei principali partiti la centralità degli studi di settore.

fb

 
OBIETTIVI DELLA SEMPLIFICAZIONE FISCALE E PROGRAMMI ELETTORALI E-mail
di Livia Salvini
20 marzo 2008

tasse.jpgUna delle caratteristiche delle imposte sul reddito e dell’IVA che si è venuta accentuando negli ultimi anni è lo squilibrio esistente tra l’onere degli adempimenti formali posti a carico dei lavoratori autonomi (tenuta della contabilità, predisposizione e conservazione di documentazione fiscale, ecc.) e la concreta utilità, ai fini dell’applicazione degli studi di settore e della difesa del contribuente, delle informazioni che se ne possono ricavare. Analogo squilibrio si verifica per i soggetti passivi IRES. La semplificazione delle regole di determinazione del reddito e dei connessi adempimenti contabili deve tendere a colmare questo squilibrio.

fb

 
MA DI QUANTO SI E' RIDOTTA L'EVASIONE? E-mail
di Alessandro Santoro
27 febbraio 2008

lotta all'evasioneCome misurare i risultati in termini di maggior gettito di una politica antievasione? Quali sono i risultati effettivamente ottenuti dal governo uscente nella lotta all'evasione? Come è ottenuta la cifra di 20 miliardi di euro che si sente spesso citare? E' prevedibile che una parte rilevante della discussione politica dei prossimi mesi verterà intorno a queste domande. E' quindi opportuno cominciare a riflettere sulle questioni metodologiche e di policy che ne conseguono.

fb

 
UN CUNEO SELETTIVO? E-mail
di Franco Osculati
19 febbraio 2008

cuneo fiscaleSi vuole da più parti ridurre l’imposta sui redditi da lavoro in modo differenziato (genere, produttività). Le misure proposte sono di difficile attuazione e non rispondono appieno ai criteri di efficienza e equità che il maggior tributo dell’ordinamento deve garantire. L’Ire, insieme ai contributi sociali, costituisce il cuneo. Essenziale continuare a ridurlo senza ricorrerete a provvedimenti molto sofisticati.

fb

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 Pross. > Fine >>

Risultati 97 - 105 di 105