Home arrow Europa
DOPO ROTTMANN: QUALE FUTURO PER LA CITTADINANZA EUROPEA? E-mail
di Mario Savino
29 dicembre 2010
futuro cittadinanza europeaSi può essere cittadini europei senza essere cittadini di uno Stato membro? La Corte di giustizia ha escluso questa possibilità in un importante caso deciso pochi mesi fa.
fb

 
COME STARE IN EUROPA E-mail
di Roberto Tamborini
23 dicembre 2010
stare in europaLa scomparsa di Tommaso Padoa Schioppa, grande italiano e grande europeista, com'è stato definito con pieno merito, vorremmo che fosse, al di là delle doverose commemorazioni a cui ci associamo, l'occasione per una riflessione seria e approfondita su come stare in Europa, dopo che grazie all' impegno suo e di altri europeisti tenaci, siamo stati portati in Europa.
fb

 
UN'AGENZIA EUROPEA DEL DEBITO PER AFFRONTARE IL PROBLEMA DELLA CRESCITA E-mail
di Francesco Farina
10 dicembre 2010
agenzia europeaLe proposte di gestione comune del debito europeo, avanzate da economisti politici e grandi commissioni di lungo corso, vengono bocciate una dopo l’altra.
fb

 
TREMONTI E LE REGOLE EUROPEE SUL DEBITO PUBBLICO E-mail
di Luca Beltrametti
19 novembre 2010
debito pubblicoUn recente documento ufficiale della Commissione europea recepisce un accordo politico tra governi e prevede che un livello del rapporto debito pubblico/Pil superiore al 60% sia accettabile se esso si è ridotto nei tre anni precedenti ad un tasso annuo medio dell’ordine del 5%.
fb

 
LA RIFORMA DELLA GOVERNANCE ECONOMICA EUROPEA: PASSI AVANTI SU UNA STRADA ANCOR PIÙ IN SALITA E-mail
di Andrea Fracasso
19 novembre 2010
governance economica europeaLa crisi finanziaria ha evidenziato molte debolezze dell’assetto istituzionale dell’Unione Europea. Opportunamente, nel marzo 2010, il Consiglio Europeo ha dato mandato alla Commissione e a una inedita Task Force, presieduta dal Presidente UE Herman Van Rompuy, di definire delle proposte di riforma della governance economica europea.
fb

 
LA TRISTE REALTÀ DIETRO LE FERREE REGOLE DEL PATTO DI STABILITÀ E-mail
di Giuseppe Coco
08 ottobre 2010
patto stbilitàCome giudichereste una istituzione le cui ferree regole vengano violate il 60% delle volte? Si tratta, a vostro parere, di una istituzione credibile? E la regola violata tante volte è a sua volta una regola sensata? Le discussioni sul Patto di Stabilità e Crescita, il complesso di regole più violate della storia, si sta focalizzando sulla necessità di evitare in futuro l’emergenza di problemi come quello legato alla esplosione del debito e deficit greco. Alcuni commentatori invece legano il fallimento del patto alla crisi finanziaria. Ma in realtà il problema di credibilità del patto è molto più ampio e, se siamo adulti, dovemmo rigettare regole che vengono presentate come ferree ma che alla prova dei fatti si rivelano non credibili.
fb

 
IL PROBLEMA LINGUISTICO DELLE AMM.NI EUROPEE: IL CASO DELL’AG. EUROPEA PER I DIRITTI FONDAMENTALI E-mail
di Ivana Kljakovic Gaspic
15 luglio 2010
europa diritti fondamentaliA partire dagli anni Novanta, l’Unione europea si è arricchita di un sistema amministrativo responsabile dell’attuazione delle diverse politiche e normative europee: è una rete a carattere  inter- e transnazionale, cioè un insieme di “sistemi comuni” settoriali, composti da autorità comunitarie, nazionali o miste.  In questa sede ci soffermeremo sulla politica linguistica europea e sul regime linguistico nella sua prassi comunicativa, prendendo in esame l’Agenzia dell’Unione europea per i diritti fondamentali.
fb

 
BILANCIO UE E INTERESSI NAZIONALI: MASSIMIZZARE I GUADAGNI O MINIMIZZARE LE PERDITE? E-mail
di Luca Salvatici
02 luglio 2010
bilancio ueNel maggio 2006, al termine di un lungo lavoro preparatorio, il Parlamento, il Consiglio e la Commissione europea hanno concordato sulla necessità di operare una profonda revisione del bilancio dell'Unione Europea (UE).
fb

 
ANABASI IN EUROPA DELLA CRISI GRECA* E-mail
di Alessandro Carettoni
21 maggio 2010
greciaNello scorso numero della rivista, Roberto Tamborini1 ha opportunamente osservato come il salvataggio della Grecia abbia preservato l’intera Europa da un rischio default. Le interconnessioni che caratterizzano il sistema finanziario internazionale, e che negli ultimi due anni abbiamo imparato a conoscere meglio, legano infatti a doppio filo le sorti del piccolo paese mediterraneo a quelle delle maggiori economie della core-Europe. Alcune elaborazioni ulteriori, rispetto a quelle proposte da Tamborini, rafforzano questa chiave di lettura.
fb

 
DOPO IL MAXI FONDO VARATO DALL'EUROGRUPPO DUE SCENARI PER L'EURO* E-mail
di Paolo Guerrieri
14 maggio 2010
fondo eurogruppoC’è sicuramente da rallegrarsi del maxi fondo di salvataggio varato dall’Eurogruppo e dall’Unione nel suo insieme. La decisione più importante riguarda la Bce. Ma i problemi del debito in Europa sono ancora tutti da definire.
fb

 
POSSIAMO SALVARE LA GRECIA? E-mail
di Giuseppe Coco
14 maggio 2010
greciaNella scorsa settimana abbiamo sfiorato una crisi finanziaria sistemica di proporzioni paragonabili a quella innescata dal fallimento di Lehman Brothers circa due anni fa.
fb

 
L'EUROPA VUOLE L'EURO? E-mail
di Roberto Tamborini
07 maggio 2010
greciaLa Gecia è solo l'inizio. Era prevedibile e previsto che la cura della crisi del 2008 scatenata dai debiti privati avrebbe richiesto un enorme indebitamento pubblico su scala mondiale. Al di là delle specifiche circostanze e responsabilità, la Grecia non rimarrà un caso eccezionale e isolato.
fb

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 Pross. > Fine >>

Risultati 61 - 72 di 84