Home arrow Lavoro
SALARIO MINIMO MENSILE PER I PRECARI DI 1000 EURO? YES, WE CAN! E-mail
di Marco Leonardi, Massimo Pallini
14 marzo 2008

salario minimoIl PD propone un salario minimo di 1000 euro per i lavoratori precari con contratti di lavoro c.d. parasubordinato: collaboratori coordinati e continuativi e lavoratori a progetto. Il problema di fissare un salario minimo si pone perché ai contratti parasubordinati non trova applicazione il minimo tabellare, cioè la retribuzione minima prevista dai contratti collettivi di settore che è garantita solo ai lavoratori dipendenti.

fb

 
LE MOLTEPLICI DIMENSIONI DELLA DISUGUAGLIANZA E-mail
di Maurizio Franzini, Elena Granaglia
05 marzo 2008

giovani e lavoroIn Italia la mobilità sociale è molto bassa e il destino economico dei figli è fortemente condizionato dalle famiglie di provenienza. Nei confronti internazionali occupiamo una posizione di coda, anche se in compagnia di paesi spesso indicati come modelli di mobilità sociale. Ragioni di giustizia sociale impongono di intervenire sulla trasmissione intergenerazionale di privilegi e svantaggi. Tuttavia, la lotta alla disuguaglianza non può esaurirsi in questo; sono necessari altri interventi capaci anche di contrastare le forme più nuove in cui essa si manifesta.

fb

 
QUELLE TASSE AMICHE DELLE DONNE E-mail
di Massimo Baldini, Marco Leonardi
29 febbraio 2008

donne e lavoroPer incentivare l’occupazione femminile e la natalità è preferibile un sistema di sussidi alle donne lavoratrici con figli piuttosto che aliquote Irpef differenziate per uomini e donne. Il sistema di sussidi alla madri che lavorano (noto anche come imposta negativa) è un sistema più equo, è la naturale evoluzione degli assegni al nucleo familiare e si ispira alle migliori esperienze straniere.

 

fb

 
PER LA SICUREZZA SUL LAVORO SERVE UN'ALTRA PROSPETTIVA E-mail
di Luisa Corazza
27 febbraio 2008

sicurezza sul lavoroE’ opinione comune che il deficit di sicurezza sul lavoro che pervade il nostro paese non sia imputabile all’assenza di un’adeguata legislazione, ma nasca soprattutto dalla disapplicazione della legislazione vigente, superabile con il potenziamento dei controlli ispettivi. Nonostante l’avanzamento della legislazione sul punto, di matrice peraltro comunitaria, vi sono tuttavia margini di miglioramento delle tecniche normative in campo, per creare un sistema virtuoso, in cui l’adempimento delle norme prevenzionistiche diventi interesse delle stesse imprese che operano sul mercato.

fb

 
CONTRATTO UNICO CONTRO LA PRECARIETA’ E-mail
di Marco Leonardi, Massimo Pallini
19 febbraio 2008

Contratto di lavoroIl maggior problema della precarietà del lavoro – non affrontato in modo realmente efficace nel protocollo di luglio che ha regolato solo i contratti a termine - deriva dalla grande convenienza economica e gestionale che spinge le aziende a ricorrere in modo illecito ma quanto mai diffuso a contratti "parasubordinati" per assolvere mansioni che debbono essere svolte dal lavoro continuativo. A fronte di una "stretta" sull'uso di tali contratti che conduca ad un contratto unico per tutto il lavoro dipendente, proponiamo una riforma della flessibilità in uscita ispirata ad analoghe riforme in Germania e in Francia.

fb

 
<< Inizio < Prec. 11 12 13 14 15 16 17 Pross. > Fine >>

Risultati 193 - 197 di 197